“Del piacere di leggere”, di Marcel Proust.

Un libro di invito alla lettura e ai suoi poteri curativi. Una terapia al mal di lettura.

Il libricino si apre facendoti immergere nell’ambiente domestico di un adolescente, che potrai cogliere mentre “gioca a nascondino”, con chi, diverso da lui per interessi e attività quotidiane, invade il suo angolo privato deputato alla lettura. Non è un luogo esclusivo, ma il suo “piacere” alla lettura, lo pervade in molti luoghi della casa, relegandolo però a precisi momenti della giornata: a mattina, rientrando dal parco, subito dopo il pranzo e qualche volta a letto, dopo cena, anche le ultime ore della sera davano rifugio alle sue letture. L’amore per i libri di quell’adolescente, che è forse Proust stesso, lo appassionò al punto che ne divenne la prefazione alla sua traduzione di “Sesamo e i gigli” di John Ruskin, del quale fu un superbo lettore, uno straordinario conoscitore, ed infine, un tenace e consapevole contestatore. La dipendenza dalla lettura, che la famiglia cercava di limitare, costringendo al predominio della vita reale, più che a quella letteraria, probabilmente considerata solo virtuale. Se ancora nutri dubbi, sul potere del coinvolgimento emotivo di un libro, sulla sua capacità ad essere relazione, come con un amico, lasciati ispirare dalla descrizione dei ricordi che Proust suggerisce, così che potrai forse essere incantato e ti potranno portare poco a poco, indugiando per viali fioriti e solitari, a ricreare nel tuo animo l’atto psicologico originario della Lettura.

Libro sicuramente adatto a chi ama la scrittura un pò ampollosa e romantica, di inizio novecento, tipica proustiana. Chissà che possa ispirarti a intraprendere la lettura della famosa “recerche”, maestosa sua opera, al quale egli stesso si accinse, dopo aver scritto questo breve elogio alla lettura, ai libri, al tempo passato in loro presenza. Non particolarmente consigliato se ancora ti chiedi quale possa essere il fascino misterioso di un libro, lo consideri noioso o ancora non sei un appassionato lettore.

Articoli correlati:

“L’arte della gioia”, di Goliarda Sapienza.