La medicina per lo Sport – Non solo attività agonistiche

Il 1982 rappresenta un anno importante per l’eccellenza italiana nel mondo. I più penseranno che mi stia riferendo solo alla storica vittoria del campionato mondiale di calcio; tuttavia, proprio nel 1982, veniva emanato un decreto ministeriale (sopravvissuto, sostanzialmente immodificato, fino ad oggi) che regolamentava i protocolli per il rilascio del certificato di idoneità all’attività sportiva agonistica.

Nella scia di questa normativa pionieristica, negli ultimi decenni, l’Italia è rimasta il paese di riferimento a livello mondiale nel campo dello screening pre-partecipazione all’attività sportiva, come testimoniato dai dati statistici sulla morte cardiaca improvvisa da sport, che è estremamente meno frequente in Italia rispetto ai paesi anglosassoni, nei quali uno screening medico approfondito non viene effettuato di routine, o comunque è riservato solo agli atleti professionisti.

Con il venir meno degli obblighi di leva e dei relativi accertamenti sanitari, la visita per l’idoneità all’attività sportiva rimane l’unico, fondamentale, strumento di screening su larga scala per la valutazione dell’integrità fisica, con particolare riferimento agli apparati cardiovascolare e muscolo-scheletrico, nonché della salute generale, intesa come stato di completo benessere fisico e psichico.

Oltre alla certificazione per fare sport a livello agonistico, visto che l’affluenza in palestre e piscine di individui che non praticano sport a livello agonistico sta crescendo in maniera esponenziale, negli ultimi anni sono stati varati decreti e circolari al fine di regolamentare i protocolli delle visite di idoneità all’attività sportiva non agonistica e all’attività ludico-motoria.

Med Medicina e Diagnostica si propone come leader nel settore, potendo contare su un’esperienza ormai più che decennale; dal 2009, i nostri medici hanno effettuato un totale di oltre 500.000 visite, tra idoneità sportive non agonistiche e all’attività ludico-motoria, in tutta Italia. Inoltre, a completamento diagnostico, sono stati richiesti approfondimenti strumentali e/o consulenze specialistiche in circa 3000 pazienti.

Attualmente, nel nostro organico figurano circa 150 medici, tra medici visitatori e consulenti specialisti.

Il nostro protocollo di visita, sia per l’attività sportiva non agonistica che per l’attività ludico-motoria, è il medesimo e comprende:

  • Anamnesi ovvero raccolta accurata della storia clinica
  • Esame obiettivo ovvero ispezione e auscultazione dei principali apparati
  • Rilevazione della pressione arteriosa e della frequenza cardiaca
  • Elettrocardiogramma a riposo

 

Al termine della visita, in caso di giudizio congiunto di idoneità da parte del medico visitatore e dello specialista che referta l’elettrocardiogramma in real-time, l’utente riceve un certificato di idoneità in formato digitale, utilizzabile presso la palestra/piscina e/o l’evento sportivo di riferimento.